Close
Logo

Chi Siamo

Cubanfoodla - Questo Popolare Feedback Vino E Recensioni, L'Idea Di Ricette Uniche, Informazioni Sulle Combinazioni Di Copertura Di Notizie E Guide Utili.

Coltivazione Dell'uva,

Incontra i coltivatori di uva della Napa Valley

Se vuoi bere vino prodotto con uve Cabernet Sauvignon coltivate da Charlie Wolleson, dovrai acquistare una bottiglia dalla cantina Chateau Montelena.

L'intero raccolto di Herb e Irene Christian va in una delle miscele di Sequoia Grove.

Bettinelli Vineyards ha proprietà sparse in tutta la Napa Valley, quindi le sue uve potrebbero essere in vini prodotti da Franciscan, Sterling o da una delle altre 18 cantine.

Nessuno di questi viticoltori produce i propri vini, ma agricoltori come Wolleson e i cristiani, che vendono tutte le loro uve, stanno diventando sempre più rari.



Per la maggior parte, questi agricoltori hanno contratti o accordi di stretta di mano con le cantine. Tutto è spiegato: il numero di anni, il prezzo e la quantità della frutta, il modo in cui vengono coltivate le uve e chi farà il lavoro effettivo: l'agricoltore, la cantina, un'azienda di gestione del vigneto o una combinazione dei tre.



I rapporti tra venditore d'uva e acquirente sono generalmente cordiali, ma come ogni attività, specialmente quella basata sul tempo, le tensioni a volte possono essere alte. L'enologo di Sonoma Paul Hobbs ammette di aver avuto la sua giusta parte di scambi accesi con coltivatori e braccianti nel corso degli anni, fornendo esempi di argomenti su quando assottigliare a quale squadra usare in vigna, ma alla fine della giornata, la collaborazione ha regnato .

Ecco cinque agricoltori che coltivano 'solo' uva.




David Beckstoffer

Vigneti Beckstoffer, Rutherford

Se la Napa Valley avesse vigneti di prima crescita, l'elenco sarebbe pieno di proprietà di proprietà di Beckstoffer: a Kalon, Dr. Crane, Las Piedras, Georges III, Missouri Hopper.

Ma era una proprietà con pedigree inferiore, Melrose Vineyard a Carneros, che un orientale di nome Andy Beckstoffer acquistò nel 1973, quattro anni dopo aver trasferito la sua giovane famiglia a ovest.

Questo è diventato il punto di partenza per una delle aziende vitivinicole più prestigiose della Napa Valley e della costa settentrionale.

Ormai alla seconda generazione, Beckstoffer Vineyards è nota per la qualità delle sue uve e per il fermo sostegno della direzione dei diritti dei coltivatori, tra cui l'essere un membro fondatore della Napa Valley Grapegrowers Association nel 1975.

Oggi, il figlio di Andy, David (sopra), un MBA di Wharton con 10 anni di esperienza presso il gigante delle costruzioni Bechtel, sovrintende all'operazione di famiglia. Comprende 10 vigneti della Napa Valley per un totale di oltre 1.000 acri e impiega 75 lavoratori a tempo pieno.

Anche se ammette di non sporcarsi le mani così spesso, David è divertito dal fatto che l'uva cresce fuori dalle sue finestre.

'In generale, quello che ho imparato alla Bechtel è stato come trattare la tecnologia', dice.

Ora David applica quella conoscenza all'agricoltura.

'Abbiamo considerato la vinificazione, anche una joint venture, ma è davvero un'operazione diversa', afferma Beckstoffer. 'Non abbiamo trovato il modello giusto, almeno non ancora.'

Ora nei suoi primi 50 anni, spera che uno dei 'nipoti' alla fine prenderà il controllo di Beckstoffer.

'Ma mio padre non mi ha mai fatto pressioni perché tornassi', dice. 'Dovrebbe essere una loro decisione.'

È lì: Beckstoffer vende uva a dozzine di diverse cantine, ma quelli che hanno imbottigliamenti con etichette designate da Beckstoffer includono Alpha Omega, B Cellars, Bounty Hunter, Bure, Carter, Knights Bridge, Macauley, Myriad, Paul Hobbs, Provenance, Realm , Schrader, Signorello e Tor.


Paul Goldberg, Giancarlo e Larry Bettinelli

Vigneti Bettinelli, Yountville

'Posso vedere cosa sta succedendo in tutta la valle', dice Paul Goldberg, che si prende cura di 10 vigneti per un totale di oltre 350 acri che Bettinelli Vineyards a conduzione familiare possiede o affitta.

'Mio suocero, Larry Bettinelli, è stato uno dei primi gestori di vigneti nella valle prima di avviare un'attività in proprio circa 20 anni fa', dice Goldberg, 31 anni. Ha studiato alla Cal Poly e ha lavorato in Cile prima di tornare a casa. gestisce l'attività insieme al cognato Giancarlo Bettinelli.

'Ci sforziamo di abbinare il vigneto giusto con il partner dell'azienda vinicola giusto', afferma Goldberg. Bettinelli vende uva a 20 aziende vinicole, prevalentemente Cabernet Sauvignon.

'Abbiamo aree di coltivazione radicalmente diverse', dice 'Ad esempio, ci vuole circa un'ora per guidare dal Carneros alla valle del Papa e la temperatura potrebbe variare di 30 gradi'.

Goldberg afferma che Bettinelli fornisce uva a diverse piccole aziende vinicole, 'a cui non piacciono i loro nomi menzionati, ma vendiamo anche a grandi aziende come Sterling e Franciscan'.

Un vigneto potrebbe fornire uva per 10 o più cantine, tutte con esigenze diverse.

'Dobbiamo lavorare a stretto contatto per adattare le nostre decisioni agricole ai loro stili specifici', afferma.

La forza di Bettinelli è la tecnologia. Goldberg può monitorare e controllare i vigneti remoti da un centro di comando dell'ufficio.

'Possiamo vedere ogni vigneto e impostare i parametri sull'irrigazione, quando le macchine eoliche si accendono per prevenire danni da gelo, persino avviare i motori diesel per le pompe', dice.

La qualità è la parola d'ordine.

'Se non stai facendo un buon lavoro, Napa Valley è un posto piccolo', dice Goldberg.

È lì: circa 20 cantine, dal culto alle corporazioni, tra cui Sterling Vineyards Napa Valley Cabernet Sauvignon, Merlot e Chardonnay e Franciscan Napa Valley Merlot.


Steve Molds

Stampi Famiglia Vigneto, Oak Knoll

A Steve Molds è sempre piaciuto coltivare le cose. Ma gli ci è voluto un po 'per farlo per vivere.

'È la mia terza carriera', dice.

O forse è il suo quarto. Era un volontario dei Peace Corps in Honduras, un assistente sociale con lavoratori agricoli di lingua spagnola a Gilroy e un dirigente immobiliare commerciale a Palo Alto.

'Ho sempre desiderato lavorare all'aperto', dice Molds, così lui e la moglie Betsy, maestra, hanno acquistato una proprietà ben prosciugata sulla panchina occidentale di Napa nel 1988. È tornato al college per quella che chiama un'istruzione 'scarponi per terra' in agricoltura.

Oggi vende le uve dei suoi 10 acri di Cabernet Sauvignon e un tocco di Cabernet Franc principalmente a piccole aziende vinicole come la famiglia Behrens, la Merus, la famiglia Boyd e lo Zeitgeist. Ha una lista d'attesa per comprare la sua uva. Ma non è stato sempre così.

'Quando ho ottenuto il mio primo raccolto nel 2003, ho detto a Mark Herold di Merus, che non voleva comprare la mia uva, che se non fosse entrata nella sua cuvée, avrei ricomprato le bottiglie', dice . 'Quando ci ha chiamato a marzo per assaggiare i vini che aveva fatto, avevo le lacrime agli occhi.'

Ovunque il suo frutto venga trasformato in vino, Molds è certo di poter riconoscere la sua progenie. 'Adoro assaporare l'impronta della nostra vigna', dice.

È lì: Behrens Family Moulds Cabernet Sauvignon e Cabernet blend di Merus, Boyd Family, Zeitgeist e Dakota Shy.


Charlie Wolleson

Vigneto di Wolleson, Calistoga

Chiedi a Charlie Wolleson dell'anno peggiore per il suo vigneto di Calistoga e la sua risposta potrebbe sorprendervi. Non era l'anno scorso, quando ha perso metà del suo raccolto durante una stagione delle piogge. Invece, ricorda un'annata d'infanzia.

'Abbiamo avuto un gelo mortale una notte prima della guerra, la seconda guerra mondiale', dice. 'E abbiamo avuto una brutta pioggia e gelo nel 1948. O era '49?'

Nonostante la sua età ed esperienza, Wolleson, 82 anni, vive nel presente. Il suo Cabernet Sauvignon da banco viene imbottigliato nella Napa Valley di Chateau Montelena, e lui si occupa ancora della maggior parte dell'agricoltura sui suoi 16 acri di viti che confinano con la Highway 29.

'Faccio il lavoro del trattore, il diradamento e un po 'di potatura, anche se non posso permettermi l'attrezzatura di cui ho bisogno per irrorare questa proprietà di dimensioni', dice.

Il nonno di Wolleson acquistò la terra all'inizio del 1900 - c'è ancora mezzo acro del suo Zinfandel potato a testa - e il vigneto ha assistito ai molti cambiamenti che si sono verificati nella valle. Suo padre una volta coltivava prugne, piantava viti tra gli alberi, spediva l'uva a est ai produttori di vino e vendeva l'uva alla cooperativa locale.

Cabernet e Chardonnay non erano sempre le uve preferite.

'Abbiamo coltivato miscele di campo di Zinfandel e Carignan, un sacco di Petite Sirah - l'abbiamo chiamato 'peddy sarah' - così come Malvasia e Sauvignon Verte'.

Negli ultimi anni ha lavorato principalmente con Chateau Montelena. 'Sono contenti delle mie uve', dice Wolleson, 'perché le tengo pulite e senza muffa'.

Sta installando un moderno sistema di irrigazione, ma guida ancora due trattori degli anni '50.

'Ho una collezione di quelli classici ancora più vecchi', dice, notando che una volta gestiva un'officina. Col tempo, Wolleson si aspetta che sua figlia e suo genero prendano il controllo della vigna, ma fino ad allora, dice che continuerà a guidare i trattori.

È lì: Chateau Montelena Napa Valley Cabernet Sauvignon


Herb e Irene Christian

Christian Vineyards, Coombsville

'Potete vederci su Google Maps', dice Herb Christian, indicando con entusiasmo la posizione del suo vigneto di quattro acri nella zona di Coombsville, appena a est di Napa City.

'Puoi vedere le vigne davanti alla casa', dice. 'Abbiamo pecore fuori per i nipoti'.

Christian, che lavorava nel controllo qualità per la Marina degli Stati Uniti, e sua moglie, Irene, si trasferirono a valle da San Anselmo nel 1979 per crescere i loro figli in un ambiente rurale.

Dopo il pensionamento, un vicino lo ha incoraggiato a coltivare l'uva, aiutandolo a disegnare il vigneto e piantare 3.000 viti di Cabernet Sauvignon nel 2005.

Anche se forse un agricoltore accidentale, Christian dice che lavora sodo facendo il lavoro del trattore, l'irrorazione, la protezione dal gelo, i rapporti di laboratorio e la supervisione del raccolto.

Quando il primo raccolto è stato raccolto nel 2008, un amico ha detto che Sequoia Grove potrebbe essere alla ricerca di uva. Da allora, ha venduto tutto ciò che coltiva all'enologo Molly Hill.

'Ci dicono quando vogliono che raccogliamo', dice Christian. 'Ma in seguito ci hanno portato in cantina per degustare dalla botte e dirci come pensano che si svilupperà il vino'.

Quando il vino esce un paio d'anni dopo, i cristiani ne acquistano alcune bottiglie.

'Ne siamo così orgogliosi', dice.

Christian è mai tentato di fare il suo vino?

'Oh, no', dice. 'È già abbastanza difficile coltivare l'uva.'

È lì: Sequoia Grove Napa Valley Cabernet Sauvignon