Close
Logo

Chi Siamo

Cubanfoodla - Questo Popolare Feedback Vino E Recensioni, L'Idea Di Ricette Uniche, Informazioni Sulle Combinazioni Di Copertura Di Notizie E Guide Utili.

Notizie Sul Vino E Sul Crimine

Il dirigente del vino Charles Banks condannato a quattro anni per aver truffato l'ex star dell'NBA

Charles Banks, l'ex proprietario di Urlando Aquila , è stato condannato da un giudice federale del Texas a quattro anni di prigione mercoledì, e condannato a pagare la star degli NBA Spurs in pensione Tim Duncan $ 7,5 milioni.



Il giudice distrettuale degli Stati Uniti Fred Biery ha anche ordinato a Banks, 49 anni, di Atlanta, di scontare tre anni di rilascio controllato una volta terminata la sua pena detentiva federale. Le banche si arrenderanno alle autorità intorno al 28 agosto 2017, per iniziare la sua condanna.

Consigliere finanziario e fondatore di Terroir Capital, Banks ha ingannato il San Antonio Power Forward Duncan in pensione facendogli investire milioni nella società di abbigliamento sportivo Gameday Entertainment. Banks è stato inizialmente incriminato per quattro conteggi di frode lo scorso anno presso il tribunale federale di San Antonio, in Texas, tuttavia, si è dichiarato colpevole il 3 aprile 2017, con un'accusa ridotta di un conteggio di frode telefonica.

Avrebbe potuto ricevere fino a 20 anni di prigione.



Aula di tribunale piena di stelle e stracolma

L'udienza si è svolta in un'aula di tribunale riservata ai posti in piedi ed è durata due giorni. La stanza era piena di una squadra di stelle NBA. Kevin Garnett, che ha giocato in campionato per 21 anni ed era stato un precedente investitore in Gameday, era in tribuna, così come due ex compagni di squadra di Duncan a San Antonio, Sean Elliott e Manu Ginobili.



La stanza era anche gremita di sostenitori di Banks. Il padre sposato di tre figli, che ha acquistato Mayacamas , Qupé cantine e neozelandesi Trinity Hill, pieno di lacrime mentre si scusava con la sua famiglia e con Duncan, dicendo: 'Tim, mi dispiace'.

Il giorno prima, il giudice aveva dato a Duncan la possibilità di parlare direttamente con Banks. Ha detto a Banks: 'Volevo solo che tu ammettessi, pagassi e avremmo voltato pagina. Non lo faresti, quindi ora siamo qui con questo di fronte a un giudice. '

Nella sua dichiarazione di quattro pagine sull'impatto della vittima, Duncan ha affermato di non voler più vedere il suo nome sui giornali dopo la fine dei suoi 19 anni di carriera nell'NBA.

'Ho picchiato il mio corpo e perso tempo prezioso con la mia famiglia', per avere successo e non preoccuparmi delle finanze, ha detto in parte la sua dichiarazione. 'Sono il bambino manifesto per l'atleta stupido il cui consulente finanziario ha preso i suoi soldi. Lo odio e ne sono imbarazzato, più di quanto tu possa immaginare.



'Ti prometto che, se ha qualche scusa per tornare in questo settore di attività, sarà fuori a spaccare e fare la stessa cosa con gli altri', ha continuato la dichiarazione di Duncan. 'Giudice, per favore non mandare un messaggio a ragazzi come Banks che non ti succede niente di veramente brutto se è la prima volta che vieni scoperto.'